Camper Club Vallesina Plein Air Jesi

Furti nei camper – Ladri in azione con gas soporiferi

furti

Estate, tempo di vacanze. Per molti, quella ideale è in camper. Attenzione alle soste durante la notte, però: potreste subire una rapina dopo essere stati storditi con del gas soporifero. Non è la trama di una spy story, ma l’allarme lanciato dall’Associzione nazionale coordinamento camperisti, che sta raccogliendo alcune testimonianze di utenti. L’ultimo fatto risalirebbe al 7 luglio scorso, quando una famiglia italiana in vacanza nei pressi di Marsiglia è stata derubata di macchine fotografiche, portafogli, carte di credito e documenti mentre era in sosta in un’area di servizio. I malviventi, a quanto pare, hanno introdotto il gas dalla porta anteriore.

Bombolette in commercio. Secondo l’associazione, il gas stordente sarebbe normalmente in commercio sotto forma di bombolette vendute come facilitatori di avviamento dei motori da spruzzare nei condotti di aspirazione, che contengono una miscela di etere e idrocarburi. Una di queste, in teoria, potrebbe essere in grado di saturare il ristretto ambiente di un camper e indurre una sonnolenza maggiore negli occupanti.

Sempre in difesa. Per difendersi da questa insidia, i camperisti consigliano l’installazione di un rilevatore di gas portatile (che può essere utile anche per prevenire fughe della dotazione di bordo) e l’adozione di una serie di cautele. Quali? Per prima cosa evitare di sostare accanto ad altri camper in quanto si creerebbe un corridoio che potrebbe celare alla vista l’assalto dei ladri. Poi bisognerebbe evitare di fermarsi per la notte nelle aree di servizio autostradali ed evitare di fermarsi nello stesso posto dove si è sostato durante il giorno: qualche malintenzionato, magari, ha tenuto nota degli spostamenti. Queste cautele, ovviamente, si accompagnano all’installazione di antifurto perimetrali e all’adozione di opportuni chiavistelli per rendere sicura la chiusura di porte e finestre.

Cosimo Murianni